Acque reflue – Impianti chimico-fisici

Impianti di depurazione chimico-fisici

La maggior parte delle acque reflue industriali possono essere depurate mediante l’azione di agenti chimici e di processi fisici che trasformano gli inquinanti in sostanza innocue oppure in solidi facilmente separabili dall’acqua; in alternativa altre sostanze possono essere trattenute dai mezzi filtranti.
Gli impianti proposti da Ecoteam prevedono l’impiego delle più moderne tecnologie volte a diminuire gli impatti ambientali, i consumi energetici, i costi di gestione e l’utilizzo di spazio.
Segnaliamo inoltre che tutti gli impianti realizzati da Ecoteam possono essere dotati di telecontrollo che consente l’invio di allarmi via e-mail ed il comando remoto delle varie utenze.

Fra le varie tipologia di impianti disponibili citiamo:

 

Impianti chimico-fisici tradizionali

Si tratta di impianti di chiari-flocculazione in cui gli inquinanti vengono separati dall’acqua mediante un processo di coagulazione e successiva sedimentazione dei materiali in sospensione; il refluo può poi essere sottoposto ad una filtrazione su letti multistrato di materiali inerti e/o attivi (come ad esempio il carbone attivo in granuli) per l’eliminazione delle ultime tracce di inquinanti.
Questa tipologia di impianti è ideale per le acque provenienti da lavorazioni di materiali inorganici (ad es. industria meccanica, trattamento metalli, manifatture in genere, ecc…) contenenti svariate tipologie di inquinanti (metalli pesanti, tensioattivi, idrocarburi, ecc…).

IMM-08.04


Impianti di flottazione

In questo caso si utilizza lo stesso processo chimico di coagulazione descritto sopra, con la differenza che il fango prodotto, invece di stratificare sul fondo del sedimentatore, viene portato in superficie grazie all’impiego di bollicine di aria microdisperse che, inglobate nei fiocchi di fango, lo fanno galleggiare. Il materiale che si accumula in superficie viene poi “scremato” mediante un raschiatore meccanico, mentre dalla parte bassa dell’impianto esce l’acqua chiarificata.
Questi impianti sono particolarmente indicati in presenza di alte concentrazioni di oli e grassi animali e vegetali, idrocarburi e oli minerali, altri materiali leggeri che tendono al galleggiamento.
I flottatori possono essere impiegati anche come fase di pre o post-trattamento negli impianti di depurazione biologici.

IMM-08.03


Impianti per autolavaggi

Una tipologia particolare di impianti chimico-fisici e/o di filtrazione è dedicata agli autolavaggi; essi hanno una tipologia piuttosto limitata di inquinanti (tensioattivi, materiali in sospensione, idrocarburi e pochi altri) in concentrazione relativamente standard per cui, soprattutto per coloro che lavano alcune decine di automezzi al giorno, il processo di depurazione può essere significativamente semplificato, risparmiando sugli spazi e sui costi di investimento e di gestione.

 

Inquinamento da fluoruri

Grazie alle precedenti esperienze, Ecoteam si è specializzata nel trattamento dei reflui contenenti fluoruri (ad esempio nelle aziende in cui viene impiegato l’acido fluoridrico per il decapaggio dei metalli). La tecnologia utilizzata prevede l’impiego di un materiale adsorbente, capace di ridurre la concentrazione di fluoruri ampiamente al di sotto di quanto previsto dalla normativa per lo scarico in acque superficiali. Il materiale adsorbente può essere periodicamente sostituito (nel caso di piccoli impianti) oppure rigenerato sul posto mediante utilizzo di un impianto automatico. Questa tecnologia, oltre ad essere molto affidabile, permette di contenere al massimo i costi di investimento e di gestione.

 

Inquinamento da boro

Anche in questo caso Ecoteam, forte di precedenti esperienze molto positive, è in grado di proporre un processo all’avanguardia, specifico per l’abbattimento del boro, che grazie all’utilizzo di un particolare materiale adsorbente rigenerabile, rappresenta la miglior tecnologia oggi presente sul mercato in termini di rapporto risultati/prezzo. Il processo permette di rispettare i limiti più restrittivi imposti dalla normativa italiana per lo scarico in acque superficiali.

IMM-08.01


Inquinamento da nitriti

Ecoteam ha messo a punto un trattamento chimico che, mediante l’impiego di alcuni reattivi, permette la trasformazione diretta dei nitriti in azoto molecolare. Tale trattamento può essere impiegato laddove, per svariate ragioni, non sia possibile utilizzare l’ossidazione biologica.

 

Componenti per impianti di depurazione

IMM-08.02Ecoteam dispone di una vasta gamma di componenti, apparecchiature e strumenti da impiegare nel settore del trattamento delle acque reflue; riportiamo qui sotto un elenco non esaustivo:

  • Filtri multicartuccia
  • Filtri a sabbia
  • Filtri a carbone attivo
  • Micro, ultra e nanofiltrazione
  • Osmosi inversa
  • Ozonizzatori
  • Sterilizzatori a raggi UV
  • Evaporatori
  • Impianti di depurazione biologica a fanghi attivi
  • Dissabbiatori
  • Disoleatori
  • Impianti di dosaggio
  • Strumentazione di controllo da campo, da laboratorio e portatile

 

Compila il form per richiedere ulteriori informazioni oppure un preventivo di spesa.

Privacy Preference Center

Cookies

Tutti i cookies utilizzati nel sito sono necessari al corretto funzionamento dello stesso

__utma, __utmb, __utmc, __utmt, __utmz